Sicurezza del personale. Gilet tattici balistici, anti-taglio e anti-perforazione per i Carabinieri. Esposizione al rischio dell’operatore di polizia e la sicurezza sul luogo di lavoro

La Segreteria Provinciale NSC della città Metropolitana di Bari ritiene di dover riprendere l’argomento già trattato il 23 agosto 2022 (“Proposta di NSC al Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri” – NSC Puglia: Massima importanza alle dotazioni e agli equipaggiamenti di sicurezza per il personale O.P.I. La sicurezza passiva di ogni operatore, la sua incolumità e la comodità di intervento, non devono essere sottovalutate)

Tale esigenza trova i suoi fattori eziologici nel concetto di sicurezza e incolumità degli operatori di polizia. Questo annoso problema si ritiene debba essere affrontato senza ulteriori ritardi.

A sostegno di tale assunto appare è utile analizzare due elementi, ovverosia l’esposizione al rischio dell’operatore di polizia e la sicurezza sul luogo di lavoro. Il primo – soprattutto in riferimento ai servizi di pronto intervento – annovera una casistica estremamente ampia, di non facile sintesi e, purtroppo, in continuo aumento. Il secondo si concretizza nell’insieme di misure, provvedimenti, valutazioni e monitoraggi da porre in essere all’interno dei luoghi di lavoro per tutelare la salute e l’integrità dei lavoratori e per proteggerli dai rischi presenti.

A questo punto, semplicemente partendo da tali concetti, si giunge agevolmente ad una immediata conclusione: l’operatore di polizia opera sempre in situazioni di pericolo!

L’esposizione al rischio, necessaria e dovuta, che caratterizza l’agire dell’operatore di polizia viaggia in parallelo con il luogo di lavoro che – come detto soprattutto per i servizi di pronto intervento – è “ovunque”. Proprio questo secondo punto è quello che determina maggiori elementi di criticità in quanto, non essendo un luogo di lavoro predeterminato, è intrinsecamente insicuro.

È quindi di tutta evidenza che è la sicurezza a dover essere portata sul posto, possiamo parlare quindi di sicurezza itinerante.

Funzionale agli obiettivi prefissati si ritiene possa essere un corpetto tattico anti-taglio, anti-perforazione e con protezione balistica che, indubbiamente, incrementerebbe tempi di portabilità, livello di protezione e superficie protetta, tenendo conto delle esigenze ergonomiche di ciascun operatore e della sua salute.

TI è piaciuto l'articolo? Condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

POLIZZA
PROSSIMI EVENTI
Non ci sono Eventi in programma
NEWS LOCALI

Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Selezionare tutti i modi in cui si desidera ricevere notizie da nsc carabinieri

È possibile annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul link nel piè di pagina delle nostre e-mail.

Iscrivendosi, l'utente riconosce che le sue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione.