Carabinieri si ammalano e vengono puniti, ma vincono il ricorso. Nsc: «Colpevoli di non essere chiaroveggenti»

«Abbiamo appreso l’esistenza di una nuova violazione regolamentare, quella di non essere stati in grado, in qualità di militari, di prevedere per tempo un problema di salute. Alcuni nostri colleghi in servizio a Roma sono stati oggetto di una contestazione disciplinare perché si sarebbero ammalati improvvisamente non potendo prestare servizio e di conseguenza, per non aver fornito un ampio preavviso. Purtroppo non abbiamo il dono della chiaroveggenza».

Lo rende noto la segreteria provinciale di Roma del Nuovo Sindacato Carabinieri (NSC).

«Al di là dell’aspetto tragicomico della vicenda – aggiunge il sindacato – non crediamo ci sia “malafede” ma constatiamo invece un semplice vizio di legittimità nel promuovere quelle contestazioni da parte dell’Amministrazione, rimanendo soddisfatti dell’accoglimento dei ricorsi e ringraziando l’Ufficiale che, mostrando una lungimiranza fuori dal comune, ha archiviato quei procedimenti.».

TI è piaciuto l'articolo? Condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

POLIZZA
PROSSIMI EVENTI
Non ci sono Eventi in programma
NEWS LOCALI

Iscriviti alla Newsletter

* indicates required

Selezionare tutti i modi in cui si desidera ricevere notizie da nsc carabinieri

È possibile annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul link nel piè di pagina delle nostre e-mail.

Iscrivendosi, l'utente riconosce che le sue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione.